domenica 22 dicembre 2013

Secondo il Censis una famiglia italiana su 4 fatica a pagare le bollette

Il Rapporto annuale del Centro Studi Censis ha messo in luce una drammatica realtà, evidenziando il fatto che in Italia il 25% delle famiglie fa una difficoltà enorme a pagare le bollette e le tasse. Contemporaneamente un buon 70% di italiani non è in grado di affrontare delle spese che non siano previste.

Per effetto di una crisi che sembra non voler dare tregua alle famiglie, proprio nel 2013 il 69% evidenzia una diminuzione del potere di acquisto. Siamo ben lontani, dunque, da una seppur minima speranza di ripresa economica. A ulteriore conferma delle condizioni critiche in cui versano buona parte degli italiani, il 2012 ha visto una fuga, verso paesi esteri, in aumento del 28,8%, il 54,1% dei quali sono giovani al di sotto dei 35 anni.

La situazione è drammatica alche dal punto di vista dell'occupazione, dato che il 14% degli italiani vive nel terrore di perdere il proprio posto di lavoro, mentre ben 6 milioni di lavoratori devono fare i conti col precariato e 4,3 milioni non riescono a trovare un'occupazione.



Come inevitabile conseguenza della crisi che non lascia scampo, gli italiani hanno ridotto al minimo, se non eliminato totalmente, gli sprechi e le spese non indispensabili. Un numero sempre crescente di persone, infatti, ha preso l'abitudine di fare la spesa nei mercati e nei discount, ha diminuito in maniera sostanziale le uscite al cinema e la frequentazione di ristoranti e pizzerie, ha ridotto l'utilizzo delle automobili e degli scooter limitando le uscite.

E, come ipotizzabile, aumenta il divario tra Nord e Sud, laddove il Pil pro-capite nel Meridione è il 57% di quello del Settentrione, mostrando dunque una situazione addirittura peggiore rispetto a quelle di Spagna e Grecia.

Unica nota positiva, evidenziata dal Censis nel Rapporto in questione, riguarda la raccolta differenziata: il 67% degli italiani, infatti, è ben informato a riguardo, il 20% ha le idee poco chiare e solamente un 12,6% afferma di essere completamente disinformato a riguardo.