mercoledì 25 giugno 2014

Ordina online macchina per allungare il suo membro: riceve una lente d'ingrandimento

Compra online macchina per allungare il pene: gli arriva una lente d'ingrandimento

Purtroppo per i maschietti le dimensioni contano, non c'è niente da fare. Da sempre esiste quella paranoia da prestazione e sopratutto mostrare centimetri in più rispetto ad altri pretendenti. In parole povere, solito complesso di averlo piccolo, e avendo paura di essere oggetto di scherno da parte dell'universo femminile. Già perché proprio qualche tempo fa in treno io stesso ho sentito personalmente 3 ragazze che parlavano di un uomo che era stato con una di loro, ridevano per la sua poca resistenza e per quel fagiolo ( così lo chiamò una di loro). 
È noto come tanti uomini si sottopongono a cure non proprio benefiche e anche dolorose per avere dei risultati migliori, dove il sole non batte mai. Ma ammettiamolo è un problema di testa , psicologico, non fisico. Ne sa qualcosa un uomo malese che ha ordinato online una macchina per allungare il suo membro, ma è rimasto sbalordito, umiliato quando ha aperto il pacco, trovando una lente d'ingrandimento del valore poco più di 10€, lui ne aveva sborsato un centinaio per quell'oggetto che doveva fare miracoli e portarlo nell'olimpo e dimensioni alla Rocco Siffredi. 

Il presidente dei reclami dei clienti bureau della Malesia, sig Seri Michael Chong non ha volto svelare il nome dello sfortunato cliente. Purtroppo ha rivelato, che il malcapitato non è il primo a essere oggetto di scherno e truffato. Siamo di fronte a un vero scam. Indistintamente uomini e donne sono ugualmente vulnerabili a questo tipo di truffe. Da poco altre 3 persone hanno perso i più di £ 15.000 cadendo nelle mani degli scammer online. Persone che riescono a truffare persone fragile psicologicamente, o che si trovano in un momento di forte disagio, magari perché patiscono la solitudine. Tornando alla lente che doveva essere ben altro, nel pacco c'era un finto  foglietto d'istruzioni davvero beffardo che diceva '' Non usare sotto i raggi del sole ''. Dalla serie ''Perché se no prende pure fuoco!''