martedì 19 agosto 2014

Finge di essere morto per non sposare la fidanzata

Difficilmente per sua stessa confessione, Alex Lanchester una ragazza inglese di 23 anni avrà ancora fiducia degli uomini, perché? Prima delle nozze il suo futuro sposo lo statunitense Tucker Blandford,  aveva finto di essere morto per non sposare più la sua fidanzata. La relazione tra i  due ragazzi erano iniziata nel 2012, quando Alex si era trasferita per erasmus nel Connecticut. Per i due  è stato subito un colpo di fulmine tanto da decidere di convolare a nozze.

Quando Alex è tornata Inghilterra nella sua casa di Sutton Coldfield, nel West Midlands ha continuato a sentire Tucker per organizzare il matrimonio, ma questo aveva iniziato a dubitare di condividere la sua vita con la ragazza. Confessare alla ragazza di non avere più voglia di fare un passo così importante sembrava un'impresa per il ragazzo, tanto che ha avuto bisogno dell'aiuto al padre per organizzare una scusa bestiale. Un mese fa ecco una telefonata  «Ciao Alex, sono il papà di Tucker. Non c'è un modo semplice di dirtelo, mio figlio è morto in un tragico incidente e forse si è trattato di suicidio».
 Sconvolta Alex per mesi si è chiusa in un doloroso silenzio, poi trovato il coraggio ha deciso di andare a trovare i genitori di Tucker negli Usa. Al suo arrivo c'era solo la mamma del finto defunto, la donna è rimasta sbalordita setendo la  notizia che suo figlio era morto qualche mese prima. Da qui la ragazza ha scoperto la clamorosa bugia raccontata dal padre dell'ex fidanzato. Eppure la ragazza  ha raccontato al daily mali che già prima della colossale bugia, aveva come il presentimento che Tucker non voleva più sposarla.