venerdì 22 agosto 2014

Lei lo lascia, lui si butta sotto il treno guidato dall'ex fidanzata

Non è riuscito a superare il dolore di una relazione finita, tanto da vedere come unica soluzione, il suicidio. Gary Wells, 36 anni anni era depresso dopo che la sua ex fidanzata Diane MacDonald, 29, aveva deciso di troncare la loro relazione. Un rapporto fantastico che ancora i loro amici non capiscono perché lei circa 3 settimane fa ha deciso che era meglio lasciarlo. Per Gary sono stati giorni d'inferno, lacrime amare che non hanno desistito Diane a tornare nei propri passi.

La disperazione dell'uomo l'ha portato a vedere nel suicidio l'unica soluzione per placare quel dolore che continuava a logorarlo dentro. Così ha deciso di farla finita sotto un treno, ma non un treno a caso - doveva  essere quello guidato proprio da Diane. Gary Wells conosceva che a quell'ora l'ex fidanzata era alla guida del treno da Mallaig a Glasgow, in Scozia - e sarebbe arrivato anche a  Inverlochy , presso Fort William. Verso le 8 del 19 agosto si è lanciato sui binari mentre avanzava  il treno guidato da Diane, lei non è riuscita a fermare il bestione in corsa. L'uomo è morto sul colpo, la donna è dovuta ricorrere al pronto soccorso perché in stato confusionale e quindi sedata. 

La British Transport Police ovviamente ha chiuso il caso come suicidio volontario.  Gary lascia un bambino avuto da una precedente relazione. Era un padre premuroso - ha commentato un suo amico. Dianenel 2009 era diventata la prima macchinista donna nella spettacolare tratta West highland line. La ragazza si è chiusa nel suo silenzio chiedendo di rispettare la sua privacy. Un nostro commento personale: rispettiamo ogni decisione, ognuno fa della propria vita quello che meglio crede. Ma è ovvio che Gary con quel gesto buttandosi  proprio sotto quel treno guidato dall'ex, voleva  lasciarle dei sensi di colpa per il resto della vita. Una sorta di vigliaccata non credete? Forse lei aveva trovato qualcun'altro, riuscirà a superare questo trauma? Secondo noi si, le donne sono molto più forti e determinate quando decidono di tagliare i ponti. Certo quel ragazzo aveva bisogno di aiuto. Comunque la storia ci racconta: più casi di uomini morti  suicidi per amore che quelli che hanno ucciso le loro ex, anche se ultimamente c'è un preoccupante cambio di tendenza. Di solito chi ha un'anima sensibile pensa a morire non far morire l'ex. Le donne vittime di omicidi da parte di fidanzati di solito stavano con balordi, uomini che già aveva abusato violenza su di loro.