lunedì 4 maggio 2015

Bodybuilder si inietta olio e antibiottici per avere un corpo perfetto



L'unico pensiero di Romario D era quello di avere un corpo come il Dio Apollo e braccia possenti Lui bodybuilder per dipendenza ha iniziato a iniettarsi nelle braccia olio e medicine per far crescere la sua massa muscolare. Le braccia dell'uomo sono arrivate a misurare il diametro di 63,5 cm. Purtroppo per questa sua insana passione ora rischia l'amputazione dei suoi arti. Nello specifico Romario D si iniettato una miscela esplosiva: olio - antibiotici  e alcool. Dopo qualche mese di continui trattamenti ha iniziato a soffrire dei primi disturbi con dei fortissimi dolori alle braccia, tanto che i medici avevano pensato nell'amputazione degli arti,


Fortunatamente grazie a delle cure alternative è stato possibile non arrivare alla sala operatoria. Come ha raccontato al Daily Mail ha detto che in quel periodo aveva perso completamente la testa, voleva avere un corpo  statuarie e braccia come quelle dell'incredibile Hulk. '' Questi trattamenti - ha continuato - creano dipendenza e io ho rischiato di morire''. Tra l'altro l'uomo è padre di famiglia, il suo aspetto che continuava a mutarsi come big Jim aveva condizionato negativamente i rapporti con la sua famiglia che non lo riconoscevano più.

Ossessionato dai muscoli

Ovviamente non è la prima storia che sentiamo di personaggi ossessionati dai muscoli. La scienza definisce questo disturbo come '' Vigoresseria nervosa''. La pubblicità maniacale che mostra dei corpi di uomini perfetti e muscoli, a quanto pare condiziona la psiche di qualche individuo che vuole apparire come un leone, nascondendo la sua insicurezza interiore. La vigoressia nervosa  è anche il rifiuto alimentare maschile di non voler mangiare per ingrassare, ingerendo solo degli integratori. Ma va di pari in passo anche con coloro che si iniettano mille sostanze per aumentare la propria massa muscolare. L'individuo colpito ha una visione inversa della sua immagine e cerca in tutti i modi, sopratutto con sostanze illecite di migliorare il suo corpo.