domenica 20 settembre 2015

Tassa TV hotel per pagare pensioni ad attori



A quanto pare sembra non essere una bufala la notizia che riguarda la tassa TV hotel in cui gli albergatori dovranno pagare un ulteriore ammontare per contribuire sulle pensioni degli attori. Questa volta la tassa non graverà sui vacanzieri, ma come abbiamo già accennato sulle tasche dei proprietari degli hotel e alberghi.

Purtroppo la notizia è vera, tra qualche giorno gli albergatori saranno costretti a pagare la nuova tassa o meglio 'l'equo compenso Imaie', un balzello deciso qualche mese fa da questo governo per aiutare a finanziare 'l'Istituto Mutualistico Artisti Interpreti o esecutori'. In parole povere, l'ente che paga le pensioni agli artisti. La cifra comunque appare accettabile e oscillerà tra i 32 euro e le 181 euro annui di Imaie. Ad ogni modo bisogna ricordare che gli albergatori pagano già i canoni e abbonamenti maggiorati: Sky, Rai per una cifra pari alle 1018 euro annue. Non si è fatta attendere la risposta da parte  degli operatori del settore che ricordano quanto il turismo è un'economia che genera al Pil nazionale il 10%, è di come le Tv in camera non sono nient'altro che uno dei tanti servizi di ospitalità alberghiera. Giusto secondo voi mettere un ulteriore tassa?