martedì 6 ottobre 2015

Arrivederci stipendi d'oro consorzio impiegati

Continua la nostra rubrica sul tema stipendi d'oro. Questa volta però siamo di fronte a un cambio di tendenza, nel senso che a quanto pare il periodo delle vacche grasse sembra essere terminato per alcuni Consorzi compreso quello di Venezia Nuova, visto che l'ente ha il bisogno impellente di ripianare un saldo negativo di 30 milioni di euro.


Sugli stipendi d'oro tagliati né sa qualcosa il direttore Hermes Redi, il cui  ruolo è stato ridimensionato a un normale 'direttore tecnico', tanto da essersi visto diminuire il suo assegno annuale da 500 mila euro a 200 mila euro, al fronte di una delibera d'inizio ottobre da parte del Cvn, che ha ristabilito l'assetto organizzativo. Altro trattamento (meglio ancor peggio) per altri cinque dirigenti 'dismessi' per i quali si è deciso di optare per la strada della liquidazione e 2 retrocessi a rango di 'quadro'. Per loro non ci saranno più le 350 mila euro l'anno previste degli anni passati. Ora di dirigenti ce ne sono solamente due e percepiscono il minimo sindacabile e hanno il compito di non far spegnere la macchina amministrativa. 

Impiegati fortunati  - Grazie a qualche santo in paradiso alcuni impiegati amministrativi riescono a portare a casa ben 3.500€ netti al mese per svolgere la mansione che altri colleghi di pari livello adempivano per metà. In buona sostanza, se prima lavorare al Consorzio Venezia Nuova era come vincere al Jackpot, d'ora in poi la linea è completamente cambiata.