giovedì 8 ottobre 2015

Ex vegana: la maggior parte lo diventa solo per essere magri

Anna Kavaliunas è un ex vegana che ha voluto raccontare la sua storia, perché in base alla sua esperienza molte persone decidono di diventarlo, perché vogliono perdere perso, quindi diventare magre. L'etica quindi avrà un ruolo marginale in questa scelta di vita (escluso qualche individuo), la sofferenza degli animali e motivazioni ambientalistiche sono solamente una sorta di scusa se pur fatto in modo inconscio.


Diventare magro scegli vegano


Prima però è lecito chiedersi, ma se una persona desidera diventare magro il metodo più consono non è quello di fare una buona attività fisica, mangiare in modo moderato? Secondo Anna K prendere la strada vegana è quella più facile, che ti fa perdere perso in modo veloce! 'La maggior parte dei vegani non giustifica mai la loro scelta di vita perché desiderano essere magri' - con questa frase Anna K ha dato il via alla sua confessione da ex vegana pentita.

La ragazza ha raccontato che il suo avvicinamento a questo nuovo stile di vita è iniziato con il trasferimento in California a Los Angels, patria del junk food. Lei invece controcorrente ha deciso di eliminare dalla sua dieta: carne, latticini e glutine. Successivamente ha ammesso: Avrei voluto farlo a seguito di un documento straziante su come uccidono le galline e polli, ma non è stata quella la causa scatenante! Il suo cammino vegan dopo qualche tempo ha conosciuto un trend simile a un circolo vizioso: più si allontanava dalla sua vera natura, più aveva come la sensazione di un cambio di identità, gli stessi amici le facevano notare la sua trasformazione non solamente a livello fisico, ma come persona. Ma Anna continuava a essere ferma nei suoi principi di non mangiare quel cibo spazzatura e sopratutto carne, tanto da avere rifiuto per ogni tipo di alimento. Il suo pranzo consisteva a quattro foglie di lattuga! Dal rovescio della medaglia, ha iniziato ad non avere più una vita sociale e rinchiudersi in casa senza più un amico.

Perdere peso: l'ossessione di essere perfetti

Anna ha continuato a perdere peso, ma nel contempo cresceva in lei l'ansia e la solitudine. Un giorno si è ritrovata a fissare per quasi 30 minuti una bistecca, era perfetta - ha raccontato - perché simboleggiava tutto quello che aveva perso: le uscite con gli amici, ridire e bere un buon bicchiere di vino! Come ha ben detto, la personalità di ognuno di noi è legata essenzialmente al cibo che mangiamo. Ora quando prova a riscoprire vecchi sapori dimenticati, prova un dolore che parte dallo stomaco e arriva al cervello. Ancora non mangia carne, ma sta provando a trovare un nuovo equilibrio alimentare! Cosa ne pensate in merito: ha ragione riguardo alla vera motivazione di intraprendere la strada del veganesimo?