lunedì 4 gennaio 2016

Milano, 350 euro per ospitare profughi in casa tua

Come riportato da alcuni giornali tra cui Liberoquotidiano.it a Milano chi ospiterà nella propria casa un profugo, il comune verserà al privato cittadino 350 euro al mese. Il bando milanese è stato pubblicato il 30 dicembre: denominato 'accoglienza in famiglia di titolari di protezione internazionale'. In pratica a partire da quest'anno sarà possibile per i privati cittadini accogliere nella propria dimora 'migranti o rifugiati' con contributo economico versato dalle casse statali.

Una decisione che farà sicuramente parlare e spaccherà in due l'opinione popolare, in molti si chiedono come mai questa scelta: forse perché le strutture pubbliche sono state più volte messe al collasso, forse perché gli incensanti flussi immigratori hanno messo in ginocchio l'amministrazione di Marino, magari perché gli ultimi sbarchi iniziati nel 2016 non promettono nulla di buono? Perciò lo stato ha pensato che arrivato il tempo che i privati cittadini si rimbocchino le maniche su ricompensa: una sorta di 80 euro renziane. Lo stato garantisce 350 euro per un profugo, 400 euro nel caso sia possibile ospitare più persone. 


               Requisti per accoglienza rifugiati nella propria casa


Le famiglie interessate dovranno disporre di una camera e un bagno dedicato. L'ospitalità del rifugiato durerà fino a 6 mesi, ma potrebbe essere prorogata a più tempo. Il comune di Milano provvederà a un censimento finalizzato alla conduzione di famiglie presenti nel territorio disponibili a questo bando d'accoglienza.

Ovviamente le famiglie interessate dovranno rispettare dei requisiti fondamentali:

  • Essere disponibili a condividere la quotidianità con il nuovo ospite;
  • Rispettare i diversi contesti socio - culturali differenti;
  • Collaborare in modo attivo con l'educatore e psicologo;
  • Garantire un arredo essenziale per deposito di abiti ed effetti personali;
Qualcun però storce il naso, poco importa se nelle domande dei richiedenti potrebbero inevitabilmente ospitare dei clandestini e alcuni soggetti irregolari. Per un consigliere del Sel felice di questa nuova opportunità di accoglienza, all'opposizione, c'è né uno scontento che ricorda che ci sono tanti italiani e stessi milanesi che dormono in macchina, per loro gli aiuti sono pari a zero. Cosa né pensante in merito? Secondo voi le persone di sinistra favorevoli ospiterebbero migranti e profughi senza ricevere alcun contributo statale? Tipo qualche albergatore e benefattore?