News Hunter Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da giugno, 2015

Nozze gay Texas: possiamo negarle

La decisione da parte della Corte Suprema american a di legalizzare le nozze gay negli Usa ha avuto numerosi consensi in tutto il mondo. Il Texas si oppone a questa decisione. Key Paxton ministro della giustizia del Texas ha annunciato che i funzionari dello stato texano hanno la facoltà di rifiutarsi di celebrare le nozze gay. Una decisione abbastanza prevedibile in quanto il Texas è uno degli stati più conservatori degli Usa . Ovviamente tale decisione potrebbe portare un polverone a livello politico, visto che lo stesso presidente Obama ha appoggiato le nozze gay. Key Paxton è convinto che i giudici di pace e i funzionari che si occupano di matrimoni nello stato del Texas possano rifiutarsi in quanto conservano le proprie identità e libertà religiosa che vanno contro tale unione. Quindi il governo non può obbligarli a fare una cosa contro la loro volontà. Paxton ricorda che la Corte Suprema degli Usa ha inoltrato un nuovo emendamento di diritto costituzionale, in cui regola la

Facebook la privacy è un'utopia: arriva riconoscimento facciale

Com'era prevedibile Facebook sta per rilasciare un nuovo algoritmo digitale in grado di riconoscere tramite le immagini anche i volti offuscati. Quindi addio privacy e persone che preferivano non essere riconosciute in alcune circostanze. Una vera rivoluzione web 2.0  in cui il tuo volto potrebbe comparire anche nella bacheche di sconosciuti. Il software verrà sperimentato per prima negli Usa per poi arrivare da noi in Europa. A riportare la news è il sito New Scientist che si occupa di notizie fresche che riguardano il mondo della tecnologia. L'intelligenza del riconoscimento facciale di Facebook sarà a quanto sembra, in grado di emulare la capacità della mente abile nel riuscire a distinguere un volto anche in una foto non nitida. Uno strumento utile per chi vuole taggare più persone e non dovrà scervellarsi a selezionare una lista chilometrica. Niente più stress penserà tutto a Facebook. Favorevoli al riconoscimento facciale su Facebook? L'algoritmo sfrutterà

Attacco hacker manda in tilt l'aeroporto di Varsavia

Un attacco hacker ha mandato in tilt l'aeroporto di Chopin Varsavia . Il fatto è accadutto sabato scorso quando 1400 passeggeri sono dovuti rimanere a terra, finché il sistema non fosse ripristinato. L'hacker è riuscito a mettere fuori uso i computer e terminali utilizzati per programmare i voli.  Attacco hacker computer dell'aeroporto di Varsavia ko L'attacco è avvenuto nel pomeriggio di sabato 20 giugno, ci sono volute 5 ore per rimettere in moto i computer, nel mentre sono stati cancellati decine di voli nazionali e internazionali . Molti passeggeri sono stati costretti a dormire a Chopin, altri hanno trovato una sistemazione di fortuna presso le camere dell'aeroporto. Al momento si cerca di capire chi possa essere il responsabile. Lo staff dello scalo di Varsavia ha assicurato che ogni cosa è tornata alla normalità. Rischio attentato È stato solamente uno scherzo di cattivo gusto, oppure il responsabile voleva provocare qualcosa di irreparabile da co

Senza biglietto: controllore multa italiana e non una extracomunitaria

Quanto riportato da alcuni giornali italiani una studentessa italiana è salita sul bus senza biglietto, ed è stata giustamente multata dal controllore. Accanto alla ragazza c'era una senegalese anch'essa priva del tagliando per viaggiare, ma in questo caso il controllore si è limitato a redarguire verbalmente senza mettere nessuna multa. Il fatto è successo a Pontedera. La mamma della ragazza ha commentato in questo modo ''Probabilmente per poterla fare franca bisogna essere stranieri''. Vicino a mia figlia c'era una donna extracomunitaria anche lei sprovvista di biglietto, ma non è stata multata . La studentessa dovrà pagare 120 euro di ammenda, la donna senegalese se le cavata con un richiamo verbale. Voglio protestare ha riferito la mamma, mia figlia ha sbagliato, ma deve esserci per tutti lo stesso trattamento. Basta chiudere non uno ma entrambi gli occhi con gli extracomunitari, il regolamento deve essere applicato per tutti indistintamente. For

Papa Francesco contro i veggenti di Medjugorje

Papa Francesco è tornato a parlare sulle apparizioni della Madonna a Medjugorje. Il pontefice ha criticato ancora una volta i veggenti, che grazie alle profezie avute direttamente dalla Madre di Gesù sono protagonisti di un'incredibile business. È noto come il paese della Bosnia è preso d'assalto da migliaia di persone che ogni mese accorrono in pellegrinaggio. Non di rado proprio a Medjugorje è stato teatro di miracoli di persone miracolate da gravi malattie. Un modo di approcciarsi al cattolicesimo secondo Papa Francesco che potrebbe oscurare la vera identità cristiana. Veggenti di Medjugorje che ricevano delle lettere direttamente dalla Madonna Dove sono i veggenti che dicono che la Madonna oggi manderà una lettera alle 4 del pomeriggio? E vivono di questi finti presagi. La Madonna non è un capo della posta, per inviare tutti i giorni dei messaggi. È stata questa sostanzialmente la frase che Papa Francesco ha rivolto contro i nuovi profeti di Medjugorje . Una strada

Acquista un auto da 95 mila euro pagando tutto in monete

In Cina un pensionato si è deciso di comprare l'auto dei sogni, sborsando ben 95 mila euro. A parte il prezzo davvero esoso, l'uomo ha pagato la vettura quasi tutto in monete. Ci sono voluti anni di risparmi per poter raggiungere quella cifra. I dipendenti della concessionaria per ritirare tutto il malloppo pesante 4 tonnellate hanno dovuto utilizzare un camion e altre 10 persone per portare tutti i soldi al capo. Come se non bastasse i dipendenti hanno dovuto contare tutte quante le monete fino ad arrivare alle 95 mila euro concordate per l'acquisto dell'autovettura. La notizia è stata riportata dal giornale THe Shanghaiist. I soldi erano suddivisi in ben 1320 pacchetti. 

Assurdo Blair ha chiesto 460 mila euro per discorso contro fame del mondo

Sembra un titolo in stile Lercio, invece quanto riportato dal tabloid inglese Daily Mail L'ex prime minister Tony Blair avrebbe chiesto 330 mila sterline (460 mila euro) per un discorso contro la fame nel mondo. Da quando nel 2007 ha lasciato la politica Blair è protagonista di una redditizia attività di consulente e di conferenziere (una sorta di Grillo britannico). Il famoso ex politico scozzese è stato invitato a Stoccolma a intervenire all'inaugurazione della Conferenza fame del Mondo , ma ha pensato bene di partecipare al congresso con la pancia piena, chiedendo una cifra da capogiro per 20 minuti di discorso. Ovviamente l'organizzazione del Summit ha rifiutato, non si è fatta attendere la smentita dello staff di Blair dichiarando che l'ex premier è impegnato in altri affari personali.